L’immobiliare ad uso logistico cresce tra nuovi magazzini logistici, sostenibilità e automazione

La pandemia ha modificato le abitudini di acquisto degli operatori della logistica. I numeri della ripresa dell’immobiliare ad uso logistico sono riportati dell’ultima edizione del Borsino Immobiliare della Logistica realizzato da World Capital e Nomisma, ma i dati si soffermano anche su quali aree sono le più richieste e quali sono le caratteristiche dei magazzini logistici più ricercate.

magazzini logistici nuovi e sostenibili

Leggi anche: “Logistica immobiliare, entro il 2030 serviranno 370 milioni di mq”

Tra le zone più dinamiche spiccano Milano, Roma, Firenze e Bologna. Gli utilizzatori cercano soprattutto metrature comprese tra i 5.000 e i 15.000 mq, in crescita rispetto al 2020 (+12%). Per quanto riguarda il numero di magazzini attivi, le prime cinque province sono Milano, Roma, Napoli, Torino e Bari. Gli operatori che sono più interessati a nuovi spazi logistici per la propria attività sono le aziende che si occupano di trasporto di merci su strada, i servizi di trasloco e le attività di supporto al trasloco.

I player prediligono magazzini logistici nuovi, automatizzati e sostenibili

In merito ai prezzi, sono soprattutto le nuove costruzioni a registrare i valori massimi dei canoni di locazione. A Milano si è arrivati a 61 euro/mq, a Genova 67 euro/mq (zona Nord), Firenze 71 euro/mq, Roma 63 euro/mq (Centro) e Napoli 57 euro/mq (Sud). Secondo le indagini svolte da World Capital tra gli operatori del mercato, il 66,7% degli intervistati ha dichiarato che preferirebbero spendere di più per un immobile di nuova costruzione rispetto a prendere un immobile più datato e meno costoso.

Questa scelta è influenzata anche dalla sostenibilità dei magazzini logistici: quelli di nuova costruzione sono realizzati nel rispetto dell’ambiente. Gli intervistati si sono detti disponibili a investire in politiche green e di automazione entro 2 anni; solo il 47,6% si dice al passo con i tempi. Il 66,7% degli operatori del sondaggio hanno definito come “importante” e “molto importante” il livello di automazione del magazzino.

Fonte: immobiliare.it/news