Spazi logistici, quasi tutte le trattative sono chiuse entro l’anno

Senza dubbio il 2020 ha rappresentato una vera e propria sfida per chi si occupa di logistica. L’ecommerce ha visto un grande sviluppo e i compratori online richiedono consegne rapide e precise. Questo ha portato ad un aumento della richiesta, da parte degli operatori, di nuovi spazi logistici, magazzini e capannoni, talvolta più grandi, ma soprattutto automatizzati e performanti.

Cerchi una nuova area logistica per la tua impresa? Visita la sezione del sito dedicata agli immobili logistici in costruzione e trova il tuo spazio.

La crescita della domanda si riflette anche nel buon andamento delle trattative: secondo i dati del Borsino Immobiliare della Logistica redatto da World Capital e Nomisma, il 95% delle trattative di immobili logistici si conclude entro l’anno. Il 38% invece impiega dagli 8 ai 12 mesi e persino il 58% entro 8 mesi. Troviamo un riscontro concreto di questi dati nelle trattative di AREALOGISTICA: tendenzialmente durano circa 12 mesi, in linea con l’andamento generale del settore.

I dati del Borsino sugli spazi logistici

Le buone notizie non riguardano soltanto le tempistiche relative alle trattative nel 2020. L’analisi del Borsino Immobiliare della Logistica indaga anche la richiesta degli spazi logistici: le metrature preferite sono tra i 5.000 e i 15.000 metri quadri, pari al 38% del totale. Il 33% invece necessita di dimensioni maggiori, oltre i 15.000 metri quadri, mentre il 29% ha bisogno di meno di 5.000 metri quadri.

Diverso il discorso per le percentuali di sconto; la maggior parte (67%) varia dal 10 al 20%. Solo nel 22% dei casi scende sotto il 10% e ancora con meno frequenza (11%) lo sconto è superiore al 20%. In merito ai canoni di locazione, i numeri indicano che il settore è sostanzialmente stabilizzato, anche se si registrano alcuni rialzi per gli immobili di nuova costruzione. Le città del Nord più performanti sono Milano e Genova, al Centro invece è Firenze a detenere il record di canone medio massimo (72 euro al metro quadro all’anno).

Fonte: immobiliare.it