Come costruire nuovi capannoni per la logistica

Il mercato immobiliare logistico è vivace e dinamico. La vendita di un’area logistica non è un evento raro. Dopo la crescita del settore a causa dell’aumento degli ordini online e allo sviluppo dell’e-commerce, le aziende logistiche hanno bisogno di nuovi magazzini e capannoni. Spesso le compravendite non riguardano edifici già esistenti, ma terreni sui quali saranno costruiti nuovi capannoni per la logistica. Ma quali sono i criteri con i quali vengono realizzati? Ecco cinque caratteristiche fondamentali per i nuovi immobili logistici.

nuovi capannoni per la logistica

Capannoni per la logistica personalizzati

Non esiste un modo univoco di realizzare nuovi capannoni per la logistica. Ogni polo logistico è diverso dagli altri perché diverse sono le esigenze di ciascuna azienda. Prima di procedere alla costruzione, è necessario definire la sua specifica destinazione d’uso, la tipologia e le caratteristiche importanti. Ad esempio è indispensabile concordare l’altezza utile dell’edificio, che varia a seconda che si tratti di un magazzino per lo stoccaggio delle merci oppure un capannone da cui partono i mezzi per la consegna last-mile.

Il capannone sarà dotato di baie di carico e cross docking in quantità variabile a seconda delle esigenze. Particolarmente importante sarà la definizione dello spazio esterno adibito a piazzale di carico/scarico, valutando la capacità di manovra dei mezzi pesanti.

Tutti i poli logistici proposti su AREALOGISTICA sono personalizzabili. Cerca l’area logistica che fa per te, sapremo soddisfare ogni tua richiesta.

Occhio alle dimensioni

Più grande è, meglio è! L’altezza del capannone, ad esempio, determinerà quanti piani di scaffali si possono realizzare. Se poi si pensa che, a causa del Covid, è necessario assicurare il distanziamento sociale tra gli operatori che lavorano all’interno del magazzino, si capisce che i grandi capannoni per la logistica saranno più appetibili rispetto a quelli più piccoli.

altezza capannone logistica

Al contrario, se il capannone sarà adibito alle consegne last-mile, sarà collocato più vicino ai centri abitati e quindi le dimensioni dovranno per forza ridursi. In ogni caso, ogni metro quadro ha valore e va sfruttato al massimo delle sue potenzialità.

Immobili logistici in posizione strategica

Lo abbiamo già introdotto al punto precedente, ma bisogna ribadirlo. La scelta della posizione dell’area logistica è fondamentale per la crescita del proprio business e la gestione quotidiana dei flussi di merci. I nuovi capannoni per la logistica vengono collocati preferibilmente in zone ben servite dalle infrastrutture stradali: tangenziali, autostrade, caselli. È essenziale anche calcolare la distanza dalla città più vicina e da quella di maggior interesse per l’attività.

Spessi gli immobili logistici sono posizionati strategicamente vicino a porti e aeroporti. Se un’azienda logistica trasporta merci all’estero, questa è la soluzione preferibile. A volte, le infrastrutture sono parte integrante del polo logistico: una rotaia dedicata attraversa il piazzale del capannone e consente il trasporto delle merci in tutte le parti d’Italia.

Capannoni per la logistica e tecnologia

Gestire i flussi delle merci senza l’aiuto della tecnologia oggi è impensabile. Quando si realizza un nuovo capannone, bisogna sempre tener conto che i costi dovranno comprendere anche sistemi di gestione e di automatizzazione che fanno parte della cosiddetta “Logistica 4.0“.

magazzino automatizzato

Vuoi saperne di più sulla Logistica 4.0? Leggi anche: “Logistica 4.0, sempre più innovazione digitale”

L’innovazione rappresenta sempre un valore aggiunto e un’opportunità di crescita. Oggi sono sempre più diffusi i magazzini automatizzati, in grado di ridurre i margini di errore e assicurare una corretta gestione della supply chain. Ecco perché, al momento della realizzazione di nuovi immobili per la logistica, servirà tener conto anche di questo aspetto e predisporre il nuovo immobile ad una crescente automatizzazione delle operazioni interne.

Attenzione alla sostenibilità

Ultima ma non per importanza, è la sensibilità crescente delle imprese verso la sostenibilità ambientale. Il primo passo è la riduzione delle emissioni inquinanti del proprio parco mezzi, ma anche la scelta del capannone può fare una notevole differenza. Esistono impianti logistici di ultima generazione in grado di trasformare i nuovi capannoni per la logistica in strutture eco-green a basso impatto ambientale.

Ad esempio, l’installazione di moduli fotovoltaici; i serramenti che riducono la dispersione del calore; raccolta e riciclo dell’acqua piovana; impianti sprinkler moderni; luci a basso consumo e ampie finestre per sfruttare al meglio la luce solare.

Le nostre aree logistiche in costruzione vengono realizzate con grande attenzione alla sostenibilità. Cerca il capannone che fa per te e trasforma la tua attività logistica in un’impresa green!