JLL, logistica immobiliare in evoluzione

L’avvento del Coronavirus ha fatto fare un vero e proprio balzo in avanti alla logistica, grazie al rapido sviluppo dell’e-commerce e alle sempre maggiori richieste di delivery. Basti pensare che nel periodo della Pasqua le vendite online sono aumentate del 900%. Questo ha dato una spinta anche alla logistica immobiliare, ovvero il mercato italiano degli immobili ad uso logistico. Un mercato, secondo JLL Italia, destinato ad attrarre gli investitori stranieri.

e-commerce

Visita AREALOGISTICA, il primo sito in Italia dedicato interamente alla logistica immobiliare.

«È un mercato aggredibile con alti margini di rafforzamento e innovazione – spiega Elena Di Biase, head of logistics capital markets di JLL Italia -, oltre il 50% di esso è di proprietà di privati o di operatori locali, per cui può essere comprato da investitori internazionali». La ripresa è sancita non solo dall’interesse degli investitori, ma anche dall’aumento della competizione del settore. «Prima gli investitori analizzavano opportunità di sviluppo immobiliare con cautela. Ora sono diventati più aggressivi e competitivi, in quanto questi progetti permettono di superare un orizzonte temporale di breve periodo molto incerto. Le richieste di sconto sono rimandate al mittente ed è aumentata la competizione nel settore, con rimbalzi di prezzo importanti».

Ripensare la logistica immobiliare

Il lockdown ha creato una condizione vantaggiosa per gli operatori dell’e-commerce. I decreti emanati durante il lockdown hanno ridotto il traffico nelle città e nei paesi, liberando il campo ai corrieri. L’obbligo di restare in casa ha accresciuto il numero di consegne a domicilio. Favorita anche la digitalizzazione dei documenti, come quello di trasporto o della firma per avvenuta consegna.

Vuoi saperne di più sulla digitalizzazione della logistica e degli immobili ad uso logistico? Leggi l’approfondimento sulla Logistica 4.0

Il boom dell’e-commerce durante la pandemia ha costretto molte aziende a cercare spazi da adibire a magazzino per far fronte alle maggiori richieste. Se per alcune imprese si è trattata soprattutto di un’emergenza, per molte altre la tendenza andrà nella direzione dello sviluppo dell’e-commerce. Di conseguenza la domanda relativa alla logistica immobiliare aumenterà, soprattutto nei settori food & beverage e pharma.

magazzino logistica immobiliare

Uno dei cambiamenti da affrontare sarà la necessità di consegnare la merce direttamente a casa del cliente. Verrà implementato il cosiddetto “last mile”, a scapito dei punti vendita fisici. Questo porterà a una riorganizzazione della logistica, che renderà necessario anche ripensare le infrastrutture per adeguarle alle nuove esigenze. Ad esempio potrebbe diminuire la richiesta di uffici, dato che buona parte degli impiegati potrebbe lavorare da casa. D’altro canto aumenterà la domanda di magazzini, adatti ad ospitare un buon numero di scorte e a smistare con facilità e rapidità la merce sui mezzi degli spedizionieri. Anche la localizzazione del magazzino avrà molta importanza: sarà più vicino ai centri abitati e alle aree di consumo.

Cerchi immobili industriali e commerciali? Gli agenti di Medianord sono a tua disposizione per trovare il capannone adatto alle tue esigenze. Oltre 500 immobili in tutto il Nord Italia!